Home Home
 
 
 
 
 
 
USS ERINLE - MISSIONE 05 RSS USS ERINLE - Missione 05

05.04 "Mission"

di Shinead O'Lauglin, Pubblicato il 09-09-2020

USS Erinle, Plancia, 19 Maggio 2399, ore 10.00


=^=Capitano Drax, avrei piacere di conferire con lei, in privato, non appena le è possibile.=^=
La voce del Primo Ministro T'Rael risuonò pacata nell'interfono. Il tono cortese e diplomatico non ingannò neanche per un momento la donna. Significava subito.
=^=Se per lei va bene, Primo Ministro, possiamo vederci fra 15 minuti nel mio ufficio.=^=
=^=Ne sarò lieto.=^= fu la risposta.



USS Erinle, Ufficio del Capitano, 19 Maggio 2399, ore 10.15


I convenevoli di rito erano stati effettuati, e adesso il vulcaniano era seduto di fronte a lei al tavolo del suo ufficio. Alto, magro, con la tipica espressione impenetrabile dei vulcaniani, T'Rael si appoggiò allo schienale della poltrona ed iniziò a parlare.
"Capitano Drax, immagino che si sia accorto che sulla sua nave è stato imbarcato del personale che sembra avere solo una preparazione teorica e non la formazione pratica necessaria per i compiti assegnati. E' mio compito rassicurarla che all'Erinle non è stato assegnato deliberatamente del personale incompetente per trasformarla in una nave ..." il primo ministro esitò, come se cercasse un termine adatto ma non offensivo.
Drax si sentì in dovere di toglierlo dall'imbarazzo "Primo Ministro, sarebbe stato piuttosto difficile non accorgersi della quantità di "teorici" imbarcati sulla mia nave "calcò leggermente sulla parola 'mia' "fortunatamente non hanno prodotto danni, solo qualche piccolo problema al quale il mio equipaggio ha prontamente posto rimedio. E sì, non pensavo che la cosa fosse casuale. Ma finora l'ammiragliato non mi ha fornito alcune spiegazione. Immagino che lo farà lei, adesso."
Il vulcaniano annuì. "Ammiro la sua logica, capitano. In effetti sono qui per spiegarle. La questione è piuttosto delicata: è giunta notizia all'Ammiragliato che alcuni cardassiani hanno sparso la voce di aver elaborato un sistema di decrittaggio universale, in grado di tradurre in chiaro qualsiasi messaggio, in qualsiasi lingua ed a qualunque distanza. Inoltre, a quello che dicono, il sistema è in grado di evolversi ed imparare, per cui si aggiorna automaticamente. Non è certo il caso che le illustri quanto l'utilizzo di tale sistema, nelle mani sbagliate, avrebbe esiti disastrosi. Più nessuna comunicazione sarebbe al sicuro. Sapevamo da tempo, intendo la Federazione, che un tale sistema, in linea teorica, può essere elaborato, ma ritenevamo che le tecnologie necessarie non fossero state ancora inventate. Almeno non nell'area di influenza della Federazione".
Drax si sporse in avanti "Vuole dire che potrebbe essere stato elaborato da una delle civiltà esterne?"
"Potrebbe" rispose il vulcaniano "non ci sembra che i cardassiani possano aver elaborato una tecnologia adatta. Se effettivamente fosse stato fatto da una civiltà esterna, lo scopo sarebbe ovviamente quello di bloccare l'espansione della federazione"
"La Federazione non si espande" rispose piccata il capitano "la Federazione offre collaborazione ai pianeti con i quali viene in contatto nel rispetto delle civiltà aliene!"
Il Primo ministro alzò una mano, interrompendola "Capitano Drax la Federazione ha cessato di espandersi in maniera cruenta da secoli, e questo lo sappiamo tutti, tuttavia non devo ricordarle che ci sono stati e ci sono civiltà e pianeti che non hanno gradito le offerte di collaborazione ed hanno rifiutato ogni contatto, e questa è una realtà della quale dobbiamo prendere atto. Infatti la volontà di questi pianeti è stata totalmente rispettata. Tuttavia non possiamo escludere che ce ne siano altri che intendono agire, per così dire, in maniera preventiva. Per tornare a noi, alcuni agenti della Federazione sono stati infiltrati come acquirenti del sistema di decrittazione, partecipando all'asta. È stato un lavoro lungo e delicatissimo. Il piano elaborato dalla Federazione prevede che, una volta stabilito il luogo della dimostrazione del sistema di decrittazione, e verificato che esista e funzioni effettivamente, un commando intervenga per fermare tutti e sequestrarlo. E' stata scelta l'Erinle, perché il suo equipaggio ha dato prova in passato di sapersi destreggiare in situazioni difficili e di saper improvvisare, e sono stati imbarcati gli agenti necessari, affidandole poi una missione diplomatica di copertura. Nulla di tutto questo poteva esserle comunicato se non a voce, in quanto non potevamo correre il rischio che le trasmissioni fossero intercettate e decrittate. Spero di essere stato esauriente, ma se ha qualche domanda da farmi sono a sua disposizione."
"Si, ne avrei una: anche se il sistema di decrittazione viene sequestrato, come pensate di impedire che la vendita venga ritentata, magari con successo?"
"Rendendolo di pubblico dominio" le ripose il primo ministro "Tutte le informazioni, il know-how, le specifiche tecniche verranno rese pubbliche, in questo modo tutti potranno averlo, il che lo renderà inutile, sia perché le varie civiltà si ingegneranno ad elaborare sistemi di crittografia che aggirino il sistema sia perché presto o tardi verrà inventato un modo per neutralizzarlo. Indubbiamente ci saranno molti problemi all'inizio, ma visto che non si può essere sicuri di poterne impedire la replicazione, questa ci è sembrata la soluzione più logica."
Il Primo Ministro si alzò "Lascio a lei la decisione di cosa dire ai suoi ufficiali, non c'è bisogno che le ricordi che nulla di quello che le ho detto dovrà essere discusso o trasmesso se non a voce."
"No, non ce ne è bisogno, Primo ministro" li rispose il capitano Drax.



USS Erinle, Mensa, 19 Maggio 2399, ore 12.30


Shinead si guardava intorno osservando i membri dell'equipaggio che si avvicendavano per pranzare. Uno dei Camaleonti le passò davanti, uno degli "ingegneri" di Draen. Ora li chiamava così, quelli che facevano finta di essere semplici membri dell'equipaggio, quelli che, se si incrociavano, si ignoravano completamente, senza scambiarsi neanche un sorriso di saluto. Ne aveva alcuni anche lei nel Reparto Scientifico, all'inizio si era chiesta come avessero fatto ad essere promossi ed imbarcati, poi, constatato quanti erano, si era rapidamente convinta che fossero stati mandati apposta. Li aveva individuati in fretta, affidando loro alcuni semplici compiti che avrebbero dovuto saper svolgere facilmente e che invece avevano richiesto il suo intervento per spiegarglieli. Tuttavia, una volta istruiti si erano dimostrati all'altezza, riuscendo a svolgere il lavoro senza fare danni.
"Eccolo lì, uno di quelli che ha scombinato le temperature del ponte 4" le disse Draen, che stava pranzando con lei. "Mi domando che ci fanno qui! Dovrebbero essere ancora all'accademia!"
"Ne ho qualcuno anche io di questi ufficiali che non sanno fare il loro mestiere. Secondo me non lo sanno fare perché non è il loro mestiere."
"Cosa? Ma perché? "
"Il perché non lo so ma di questi Camaleonti ce ne sono parecchi, troppi perché sia un caso. Ti posso dare un consiglio per gestirli: mettili in squadra con dei veri ingegneri e non mandarli mai ad eseguire degli interventi da soli. Chiarisci bene da chi devono prendere ordini e vedrai che ti sorprenderanno. E per il resto staremo a vedere."
In quel momento la voce del capitano Drax risuonò nell'interfono:

=^=Tutti gli ufficiali superiori sono convocati nella sala riunioni del ponte 1 alle ore 13.30=^=