Home Home
 
 
 
 
 
 
USS ERINLE - MISSIONE 05 RSS USS ERINLE - Missione 05

05.02 "Turnover"

di Robert Naholo, Pubblicato il 08-06-2020

USS Erinle, Bar di prora, 16 Maggio 2399, ore 19.30


"Tenente Naholo, posso sedermi con lei o sta aspettando qualcuno?" disse Sinclair ironicamente.
L'ufficiale tattico aveva la testa dentro il Dpadd appoggiato sul tavolo con a fianco in piatto per cena ancora non toccato e praticamente freddo.
Nella sala c'era il bel brulicare di persone e non era sicuramente il posto più silenzioso della nave.
Robert non fece in tempo ad alzare lo sguardo e rispondere che mentre si trovava a bocca aperta cercando di proferire parola, il collega si era già seduto, appoggiato il piatto e pronto con la forchetta in mano.
"Queste patate sono veramente deliziose, dovresti assaggiarle", disse sorridendo.
L'ufficiale tattico recepì il messaggio, contraccambio il sorriso scostando il Dpadd e si misero a mangiare parlando di argomenti più frivoli.



Alloggio tenente Naholo, 16 Maggio 2399, ore 23.30


=^= Plancia a tenente Naholo =^=

"Si, eccomi", disse il tenente alzandosi dal pavimento dove stava facendo meditazione avvicinandosi al visore sulla scrivania.
Premette il pulsante ed il sottufficiale alle comunicazioni comparve.

=^= C'è una trasmissione subspaziale per lei da Vulcano =^=

Naholo interruppe la collega.
"Da Vulcano? Me la passi nei miei alloggi per favore"
"Certo, la passo subito. Chiudo."
Lo schermo divenne nero e poi comparve subito una donna vulcaniana

=^= Ciao Robert, quanto tempo che non ci vediamo =^=

"Ambasciatrice T'Pring, che bello rivederci!"

=^= E' sempre un piacevole anche per me, lo sai che da quando ti ho conosciuto durante quel periodo di interscambio culturale ti ho trattato come un figlio =^=

Robert si sedette alla scrivania stanza austera ed ordinata come per arrivare al dunque. Di certo l'abbigliamento non era quello di ordinanza. La t-shirt con il logo della sua ultima squadra di pallavolo e pantaloncini corti usati come pigiama non erano proprio il massimo per parlare con una ambasciatrice, ma tra di loro c'era confidenza.
"Ambasciatrice T'Pring, per caso questa chiamata è legata al fatto che dobbiamo venire a prendere tuo marito, il ministro T'Rael e fargli da scorta?"

=^= Effettivamente si. Non sapevo che eri stato destinato all'Erinle, ero rimasta che prestavi servizio sulla USS Andromeda. Come si dice sulla Terra, è una piacevole coincidenza =^=

La vulcaniana si guardò attorno, come per controllare che non ci fossero occhi o orecchie indiscrete.

=^= Ti mando dei dati su un canale criptato. Spero ti possano essere utili e non dire a mio marito che te li ho forniti io. State attenti. Lunga vita e prosperità =^=

"Grazie ma di cosa si..."
Non riesci a finire la frase ed a salutare l'ambasciatrice, come se la comunicazioni avesse dovuto finire molto in fretta.
Robert si buttò sullo schienale della sedia attonito e poco dopo un trillo gli stava comunicando l'arrivo dei dati.



Ufficio del comandante, 17 Maggio 2399, ore 10.00


Il trillo dalla porta annunciò l'ufficiale tattico mentre il capitano alla sua postazione controllava i dati di navigazione dal pad.
"Avanti"
Si aprì la porta e si presentò Robert.
"Grazie di avermi accolto capitando Drax"
"Si accomodi Tenente"
Il cenno della mano indicava la poltroncina dall'altro lato della scrivania
Naholo con fare sicuro si sedette. Sbilanciato con il busto verso il capitano l'ufficiale iniziò.
"Capitano, ieri sera sono stato contattato privatamente dall'ambasciatrice T'Pring e come lei saprà, l'ambasciatrice è la moglie del ministro T'Rael.
Probabilmente la cosa che non sa è che mentre stavo facendo l'accademia, ho partecipato ad un programma di scambio culturale ed ero stato affidato alla loro famiglia. Conosco bene l'ambasciatrice e confermo che il ministro è abbastanza schivo."
Un sospiro della Trill che socchiuse un po gli occhi per concentrarsi sulla figura dell'uomo come per scavare nel suo intimo.
"Tenente, come mai mi dice ora queste informazioni e non durante la riunione alla presentazione della missione?"
"Capitano, il mio passato è il mi passato, ma io con le mie qualità sono quello che sono indipendentemente dalle mie conoscenze.
Se la mia missione inizia come responsabile della sicurezza del ministro, cosa cambia se lo conosco o no?"
"Cambia forse per un coinvolgimento emotivo, no?"
"Emotivo? Capitano, stiamo parlando di vulcaniani!"
Il tenente abbassò lo sguardo verso le sue mani tenute sulle ginocchia, respirò come per riprendere lo slancio ed alzando lo gli occhi verso il viso del suo capitano continuò.
"Comunque la conversazione con l'ambasciatrice non è stata del tutto personale. Ho delle informazioni riservate a proposito della missione"
"ah...", disse il capitano appoggiando i gomiti alla scrivania.



Ufficio infermeria, 17 Maggio 2399, contemporaneamente


O'Lauglin con fare deciso entrò.
"Dottore! Dottore!"
"Eccomi Tenente, cosa posso fare...", uscendo dall'ufficio dell'infermeria.
"Abbiamo avuto un infortunio!"
Si scostò di lato e due sottufficiali comparvero dietro la figura della donna.
Uno sorreggeva l'altro che zoppicava vistosamente con uno strappo vistoso ai pantaloni in corrispondenza del polpaccio.
Koll si abbassò per dare una occhiata e senza scomporsi tanto giro il volto verso l'ufficiale scientifico.
"Bel macello che avete combinato."
"Lasciamo perdere! Avevo detto di stare attenti con il plasma, ma... ah lasciamo perdere!"
"Un po' di tempo e sistemiamo tutto, ma per un paio di giorni mi sa questo ragazzone dovrà stare un po' alla scrivania"
Il dottore riprese la posizione eretta e si avviò verso un lettino
"Portatemelo qui e sdraiatelo. Ah Tenente, non mi porti altri infortuni sul lavoro per oggi", disse il medico come provocazione alla donna che bofonchiando indispettita parole nervosamente uscì dal locale.



USS Erinle, Sala Olografica, 17 Maggio 2399, ore 12:45


Toran per primo varò la porta della sala olografica.
"Ok, tenente Naholo, le ho accordato di rifare la simulazione di due giorno fa. Ufficiali, siete pronti?"
Cambiò tono della voce.
"Computer simulazione D'Deridex 03"
Si materializzo la plancia in stato di allarme rosso.
"Bene, ufficiali al vostro posto", ordinò il Primo Ufficiale.
Con leggero brusio gli officiali si posizionarono e Sinclair passando a fianco di Naholo gli diede una pacca sulla spalla.
Il tattico incrocio lo sguardo con il navigatore che gli strizzo l'occhio in segno di incoraggiamento.
Toran si sedette.
"Computer avvia simulazione"
Subito l'ufficiale scientifico guardando il visore dei sensori
"Signore, tre navi stanno uscendo dalla curvatura. Hanno le armi attive e gli scudi alzati"
"Tattico selezioni i bersagli. Timoniere pronto a manovre di fuga. Sicurezza voglio degli uomini su tutti i ponti e in infermeria"
"Bersagli multipli sullo schermo signore. Pronti al suo ordine", disse il tattico sgranchendosi il collo
"Fuoco in sequenza, massima rapidità possibile tenente, li colpisca prima che possano attaccarci. Timoniere manovre delta su rotta 1.2.6."
Naholo sparò le prime scariche alle navi avversarie, due falchi da guerra Klingon e una D'Deridex Romulana, che subito ruppero la formazione. La D'Deridex si pose in posizione avanzata con fuoco di copertura di un falco da guerra mentre l'altro entrava in occultamento.
"Ufficiale Tattico continui il fuoco sulla D'Deridex intanto punti tre siluri sul falco" ordinò il comandante Toran controllando i dati della battaglia dalla poltrona di comando.
"Signore la D'Deridex sta puntando alla sezione energia e gli scudi sono scesi al 60% ritengo più utile concentrare il fuoco sull'avversario più pericoloso finché le nostre forze sono al massimo" azzardò Naholo mentre continuava a bombardare le navi avversarie con i phaser.
"Scudi al 50% signore" disse il Sinclair dalla sua postazione di navigatore.
"Traccia di occultamento alla nostra destra signore stanno cercando di aggirarci" disse il nuovo tenente alla postazione scientifica.
"Naholo ha libertà d'azione sui bersagli, fuoco a volontà. Timoniere ci porti su 11.3.9 evitiamo la nave fantasma. Manovre Diversive gamma, massima potenza d'impulso" disse Toran mentre i dati sulla sua console non lasciavano molte speranza per l'immediato futuro.
Dallo schermo si videro tre siluri seguiti da due rapidi colpi di phaser colpire la D'Deridex in direzione della plancia della nave. Lo schianto dei siluri accecava per qualche istante gli ufficiali in plancia mentre il primo colpo del phaser poneva fine alla resistenza dello scudo frontale avversario. Pochi istanti, il tempo di un respiro trattenuto e la plancia nemica veniva colpita con violenza spargendo nello spazio scintille e piccoli detriti. La nave fece come per impennarsi mentre rallentava il ritmo di fuoco e cercava di mettere al riparo il suo nuovo punto debole.
"Comandante Toran, suggerisco manovra omega 1", disse d'un tratto Naholo.
"Mossa azzardata tenente. Accordata. Timoniere esegua."
D'un tratto gli smorzatori inerziali della nave federale vennero messi alla corda. La Erinle fece inversione di rotta accelerando al massimo cercando di sfruttare la maneggevolezza e la velocità.
"Adesso ci divertiamo", scappò sotto voce al navigatore.
La nave accelerò al massimo curvando la traiettoria per andare ad incunearsi tra la D'Deridex ed il falco da guerra Klingon nelle retrovie che continuava con il fuoco di copertura.
Naholo sparò raffiche alla D'Deridex e solo qualche colpo per distrarre il falco che continuava a mirare la piccola e veloce nave.
Con l'ultima raffica gli scudi di poppa della D'Deridex cedettero proprio mentre la Erinle era tra il falco e la nave Romulana. Il falco lancia una sventagliata di siluri che mancarono di un soffio la Erinle, ma colpirono in pieno la D'Deridex mandandola in mille pezzi in un lampo di luce che abbagliò tutti.
Naholo esultò.
"Fuori una"
"Timoniere frapponiamo sempre un falco da guerra nella linea di tiro dell'altro. Tattico, miri a disabilitare i motori"
Iniziò una danza nella quale Sinclair forniva buone posizioni di tiro mentre Naholo colpiva e velocemente poi cambiavano posizione mentre l'altro vascello Klingon rimaneva impotente senza potere colpire liberamente.
L'ufficiale scientifico intervenne.
"Un falco da guerra sta entrando in occultamento"
Dai sensori uno bersaglio ostile scomparve
"Tenteranno una trappola", disse il Tattico
"Comandante Toran, suggerisco di fare fuoco cambiando linea di tiro velocemente in una traiettoria non rettilinea sul falco da guerra rimanente, in modo da non dare modo a quello occultato di guadagnare una posizione vantaggiosa. L'altro mentre è occultato non ci può sparare"
"Procedete"
Un paio di passaggi e colpi ben assestati ed il falco da guerra perse gli scudi e un siluro ne disabilitò i motori.
"Via, via! Allontaniamoci velocemente"
"Si comandante"
Il falco da guerra ormai alla deriva in un lampo scomparve, probabilmente per l'autodistruzione, mentre il secondo si disoccultò ed entrò in curvatura.
"Ben fatto ufficiali, ottimo lavoro di squadra! Computer, stop simulazione"
Le porte della sala ologrammi si aprirono ed un po' di pubblico per assistere alla simulazione tra ufficiali jr. e sottufficiali.
Passando Toran si rivolse a loro.
"A prescindere da quanto fate bene il vostro lavoro individuale, il gioco di squadra è quello che fa la differenza. Nonostante il turnover nelle varie sezioni, tutti dobbiamo avere un buon sincronismo con i colleghi, soprattutto in condizioni di elevato stress."