Home Home
 
 
 
 
 
 
USS CRUSADER - MISSIONE 22 RSS USS CRUSADER - Missione 22

22.03 "Cambio di prospettiva"

di Shaitan del clan Aeltheur , Pubblicato il 16-06-2021

USS Crusader, Sala Tattica - 09/02/2399, ore 13:30


Yager riconvocò gli ufficiali come richiesto dal Capitano. La riunione era stata convocata da Shaitan perché aveva avuto un'intuizione.
"Signori, vorrei discutere con voi un pensiero che ho avuto. Diciamo che è una speculazione e vorrei vedere dove può portarci. Noi stavamo cercando di evitare un'azione ostile da parte dei ferengi sul Guardiano dell'eternità. Sappiamo che questa entità ha capacità molto particolari di manipolazione dello spazio tempo. Ammettiamo che noi siamo finiti da queste parti in maniera casuale, la popolazione che vi abbiamo trovato, invece, potrebbe essere qui per qualche precisa volontà, anche se non quella che ci hanno raccontato. Ci hanno detto che sono fuggiti dal pianeta madre che ora fa parte dell'Egemonia Gorn per paura di essere sterminati. Ci hanno pure detto che qualcuno ha provato ad allontanarsi dal pianeta e che hanno una teoria che potrebbe funzionare ma che le loro navi non sono più in grado di viaggiare. Da qualche parte c'è qualcosa che non quadra. Pensieri?"
Per qualche secondo gli ufficiali, sia in sala che in remoto, rimasero in silenzio, ponderando le parole del Capitano.
"Sta suggerendo che hanno avuto anche loro a che fare con il Guardiano dell'eternità e che sia stato lui a spedirli qui?" chiese Yager.
Shaitan rimase qualche attimo con uno sguardo pensieroso poi, appena dopo aver fatto un cenno col capo, intervenne il Consigliere: "In effetti potrebbe essere una possibilità. Ci hanno raccontato di essere fuggiti dai Gorn e di essere arrivati qui, si sono adattati al pianeta, hanno fatto prosperare la propria colonia, se vogliamo chiamarla così, e adesso vogliono tornare a viaggiare... Com'è che non l'hanno fatto in tutto il tempo che sono stati qui? Per dire che sono qui da così tanto tempo che le navi sono inutilizzabili del tempo ne dev'essere passato veramente tanto. Tutta questa nostalgia di casa, proprio ora che hanno la Crusader a disposizione, sembra sospetta."
"Già... preso dalla situazione non ci avevo in effetti pensato. E se le navi, invece che inutilizzabili per obsolescenza, fossero semplicemente state disabilitate?" si domandò Bloch.
Hair prese la parola: "Dovremmo trovare un modo per analizzare le navi da vicino. Capitano, potreste tornare con la scusa di ridiscutere un po' la loro richiesta e farvi accompagnare a visitarle. Utilizzando da vicino un tricorder si potrebbe capire innanzitutto la datazione dei materiali e tracce che ci possano far capire quand'è stata l'ultima volta che un equipaggio era a bordo. Noi, dalla Crusader, tramite i sensori potremmo cercare tracce residue di energia. Se questi parametri non sono stati alterati in qualche modo dal Guardiano dell'eternità..."
"L'idea mi piace. D'altronde eravamo un po' a corto di cose da fare..." disse con un sorriso Jenner.

Pianeta M1 area 22 Delta - 09/02/2399, ore 15:24


Un gruppo di Daiyokai si era riunito nell'antro in cui erano custodite buona parte delle loro navi, guidati da Toer-gyn, un umanoide con le sembianze da pantera. Gli umanoidi si muovevano attorno ad una delle navi e, dopo un po' di armeggiare, aprirono un boccaporto sul fianco di uno dei piloni di atterraggio.
Una volta insinuati nella nave si divisero in tre gruppi, uno si mosse verso la Sala Macchine, uno verso la Sala Armamenti e l'ultimo, formato da Toer-gyn e altri due, verso la Plancia.

Pianeta M1 area 22 Beta - 09/02/2399, ore 15:42


Shaitan, dopo aver preso contatto con Zen-La, scese di nuovo sul pianeta con Bloch e Quatro.
"Salve, Capitano. Qual buon vento la porta?" lo accolse l'antropomorfo con sembianze bufaline.
"Sa, abbiamo ripensato un po' alla richiesta che ci avete fatto e, sebbene non ci sia possibile lasciarvi la nostra nave, vorremmo vedere una delle vostre e capire se è possibile rimetterla in sesto, in modo che possiate riuscire a difendervi se fosse il caso." spiegò.
Zen-La fece per un attimo un'espressione un po' delusa ma poi si riprese subito e acconsentì alla richiesta. Shaitan e gli altri si scambiarono un cenno d'intesa: l'espressione di Zen-la era sospetta ma poteva anche rientrare in una genuina delusione.
Si portarono, con un altro paio di Daiyokai che fungevano da accompagnatori, in un hangar più piccolo di quello presente nella zona Delta. C'erano soltanto tre navi di dimensioni medie. Era comunque un gran bello spettacolo da vedere arrivando dalla passerella dell'ingresso.
La passerella si divideva in tre vie, ognuna delle quali finiva di fianco al boccaporto situato vicino alla plancia di ognuna delle navi.
Bloch era già intento a misurare i vari parametri tramite il tricorder, cercando di non risultare troppo palese nei movimenti.

USS Crusader, Plancia - 09/02/2399, ore 15:44


Yager era intento a seguire i movimenti sulla superficie e stava coordinando le attività. Chiamò Hair in Sala Macchine: =^=Qui Hair!=^=
"Qualche risultato dai sensori della nave?" chiese.
=^=Abbiamo delle strane letture quantiche. Sono un po' particolari ma potrebbero benissimo derivare dall'attraversamento di qualche zona alterata dello spazio. Spero di ricevere presto le letture del trycorder della squadra da sbarco.=^=
"Già, ci farebbero comodo..." disse il Numero Uno con un mezzo sospiro.
"Comandante!" dalla console tattica Yager venne richiamato da Ivanov. Dopo un cenno l'Ufficiale Tattico continuò: "Ho una nuova lettura di energia proveniente dall'area 22 Delta. Sembra molto più acuta di quelle rilevate fin'ora."
"Mandi le coordinate a Laen e Hair. Timoniere, portiamoci in orbita sopra la zona." comandò.
"Hair, lasci perdere per un momento le altre scansioni e si concentri sulle coordinate che le sta mandando Ivanov.

Pianeta M1 area 22 Delta - 09/02/2399, ore 15:51


Dalla Plancia della nave scelta dai Daiyokai, Toer-gyn coordinava gli altri due gruppi: "Sala Macchine, come siamo messi con l'accensione dei motori?"
=^=Stiamo aprendo le valvole dell'antimateria ma dobbiamo farlo con i tempi specificati dalle procedure: è un avviamento a freddo.=^= rispose Kor-parg, uno con le sembianze di tacchino.
"Bene, cerchiamo di fare comunque il prima possibile" replicò. "Ban-shek, come siamo messi con le armi?"
=^=Ne abbiamo trovate in quantità sufficiente per poter provare a prendere la Crusader ma ci vorrà molta più gente di quanta ne abbiamo attualmente a meno che rimangano in una decina sulla nave.=^=
"Sì, di questo mi sono già occupato. Non preoccuparti." concluse Toer-gyn.

Pianeta M1 area 22 Beta - 09/02/2399, ore 16:04


Il gruppetto, nel tour della nave, arrivò in una zona ad alta sicurezza, dove c'erano anche alcune celle di detenzione. "Per i casi particolarmente difficili, che ci sono sempre in ogni comunità." spiegò Zen-La. "Da questa parte..."
Venne interrotto da tre Daiyokai armati che tenevano sotto tiro il gruppetto. "Ma come osate!" protestò l'accompagnatore dei federali.
I tre fecero un cenno con l'arma che tenevano in pugno e li indirizzarono verso le celle visitate appena prima. "Cerchiamo di non far precipitare la situazione." esordì Shaitan.
Ancora nessuna parola. Il gruppo venne chiuso in una cella e uno dei tre rimase di guardia.
"Davvero non capisco cosa stia succedendo!" si lamentò Zen-La con una atteggiamento di scuse nei confronti degli altri tre.
"Credo che vogliano prendersi la Crusader nonostante il nostro rifiuto..." sintetizzò Quatro.