Home Home
 
 
 
 
 
 
USS ERINLE - MISSIONE 03 RSS USS ERINLE - Missione 03

03.09 "Brain Storming"

di Robert Naholo, Pubblicato il 10-03-2018

Sala mensa - U.S.S. Erinle - 5 settembre 2397 - Ore 10:00


Nei locali c'erano poche persone e la gran parte seduti ai tavoli da soli.
Il Tenente Naholo, con il padd appoggiato sul tavolo a fianco di una tazza di tè nero e fumante, era seduto in modo non composto, assorto nei suoi pensieri, con il gomito sinistro appoggiato sorreggendosi la testa con la mano, le gambe distese sotto il tavolo.
Stava, di fatto, occupando quattro posti.
Pochi tavoli a fianco una guardiamarina era assorta nella lettura di un libro cartaceo con una tisana sul tavolo ed era ironico vedere la ragazza composta e l'uomo invece in un atteggiamento opposto.
In fondo alla sala un paio di guardiamarina erano assorti in una chiacchierata animata mimando gesti sportivi mentre osservavano fianco a fianco un padd con probabilmente immagini di una partita.
Le porte della sala mensa si aprirono e Toran entrò con passo deciso, prese una tazza e la riempì al replicatore di materia a matrice molecolare. Poi si guardò attorno, vide l'ufficiale tattico e con passo più lento e silenzioso si avvicinò a lui.
Una volta nei pressi del tavolo disse ad alta voce: "Tenente..."
Naholo colto di sorpresa, sobbalzò un attimo e alla vista del collega si sistemò più ordinato sulla sedia, ma urtò leggermente il tavolo rovesciando alcune gocce di tè sul padd.
"Comandante Toran"
"Robert, come mai in sala mensa?"
"Avevo bisogno di pensare fuori dagli schemi e riflettere sulla situazione della nostra missione dopo avere finito l'analisi del registratore."
"Non ne ha approfittato per fare una pausa?"
Naholo sorrise e fece un gesto al suo superiore invitandolo a sedersi con lui al tavolo.
"Non riesco, quando c'è un enigma, non riesco a staccare e fortunatamente reggo bene le condizioni di stress."
Toran si sedette e senza appoggiare la tazza, accavallò le gambe stando di traverso rispetto al tavolo, come se volesse comunque mantenere un certo distacco con il tenente.
D'altro canto non si conoscevano ancora bene.
"Su cosa sta riflettendo?"
"Mi sto scervellando su una idea operativa. Purtroppo l'analisi del registratore è in stallo. Nella memoria c'erano due livelli di protezione, la prima abbastanza semplice nella quale abbiamo trovato gli schemi tecnici. Poi, ricontrollando i dati con Sinclair, abbiamo trovato un'altra partizione, è piena di informazioni ma richiede un codice di accesso molto complesso, in parte biometrico ed in parte alfanumerico. Il livello di sicurezza è molto alto, sembra lo stesso che abbiamo studiato in accademia per le missioni sotto copertura. Purtroppo ci hanno insegnato che forzare questi sistemi, al minimo errore, si provoca la cancellazione di tutti i dati. Pertanto ero in attesa che il Dottore mi desse l'ok per parlare con Ailia. Di questo ho già parlato con il Capitano."
Appoggiò entrambi i gomiti sul tavolo, girò il padd e lo porse a Toran.
"Stavo analizzando l'attacco alle due navi Xinti. Forse potremmo organizzare una imboscata a chi li ha attaccati, servirebbe una esca. Purtroppo non sappiamo cosa cercano. Forse cercano materiali o forse persone. Di certo stavo riflettendo su come potremmo mascherare la Erinle come mercantile, ma soprattutto, quando arriverà la nave attaccante come non farsi distruggere nei 5 minuti dell'attacco?"



Infermeria - U.S.S. Erinle - 5 settembre 2397 - flashback Ore 7:30


Koll era a fianco di Ailia ancora senza conoscenza, in piedi controllando i segnali vitali nel suo padd.
Sentendo l'apertura delle porte non fece in tempo a girarsi che il capitano Drax era già al suo fianco.
"Eccomi, procediamo con Ailia"
"Le ricordo..."
"Si si, lo so, non è d'accordo. Lo so, ha già espresso la sua opinione"
"Va bene, obbedisco."
Il Medico andò al carrello dei medicinali e prese una siringa isomiotica, si avvicinò ad Ailia e guardò ancora il capitano che fece un cenno di assenso. Il dottore somministrò il medicinale iniettando il farmaco alla base del collo.
Il battito diventò più veloce e dopo un paio di lamenti il tenente aprì gli occhi.



Laboratorio scientifico - U.S.S. Erinle - 5 settembre 2397 - flashback Ore 8:30


L'ufficiale scientifico era chino sul registratore bofonchiando e parlando da sola nonostante Chorate fosse al suo fianco.
"Come al solito tutti bravi ad usare le armi e partecipare ad azioni eroiche, poi quando c'è da usare la testa vengono a bussare a questa porta"
Chorate emise un suono di assenso seguendo le abili mani dell'ufficiale che collegava fili al circuito dell'apparato.
"...tutti a dire 'ah, è un sistema di sicurezza che non riesco a violare, bla bla, ci sono rischi di perdere dati, bla bla...'"
Armeggiò velocemente ed il padd accettò la connessione e mostrò la lista dei documenti criptati e nascosti.
O'Lauglin alzò gli occhi dall'apparato e con un grosso sorriso disse alla collega in modo orgoglioso: "Ecco, vedi, con la scienza si riesce a risolvere tutto"



Plancia - U.S.S. Erinle - data e luogo imprecisato


O'Lauglin china sui sensori.
"Capitano, i sensori a lungo raggio non rilevano nulla"
Un grosso boato sorprese tutti gli ufficiali.
"Ci siamo, stiamo uscendo dalla curvatura", disse l'Ufficiale tattico.
Chorate prese la parola.
"Iniziamo l'operazione 'Moby Dick'! Sinclair, riattivare il timone"
Drax si sedette sulla punta della poltrona del capitano
"Aprire un canale..."
Un grosso scossone e un altro boato.
"Aprite le porte dell'hangar"
La grossa nave Xinti acquatica aprì il portellone ventrale e le porse d'attracco lasciarono libero il vascello federale.
Toran prese la parola. "Sinclair ci faccia uscire. Naholo, imposti il timer a 4 minuti e 30 secondi"
Dal mercantile uscì la Erinle con gli scudi al massimo.
Dal nulla partirono altri due colpi che colpirono la Erinle. L'ufficiale tattico era un po' agitato ed adrenalinico.
"Gli scudi fluttuano, ma per ora reggono. Frontali all'80%"
Drax inondò i suoi ufficiali di ordini.
"O'Lauglin analisi delle coordinate da dove ci sparano. Sinclair, manovra evasiva Beta 5. Naholo, pronto a sparare raffiche multiple sulle coordinate che le fornirà O'Lauglin. Toran e Chorate, analizzate tutte le frequenze che abbiamo trovato nel registratore. Voglio sapere a cosa si riferiscono."
O'Lauglin con gli occhi fissi sugli visori.
"Il mercantile Xinti ha gli scudi che fluttuano. Probabilmente non reggeranno un altro impatto."
Altri due boati, ed uno scossone forte.
"Ecco le coordinate"
"Faccio fuoco con Phaser e siluri"
L'ufficiale scientifico e l'ufficiale tattico lavoravano con una sincronia esemplare
Toran si intromise.
"Capitano nessun riscontro con l'analisi frequenze, avremo bisogno di tempo."
Drax chiese a Naholo.
"Tenente?"
"Abbiamo solo 2 minuti e 20 secondi"
"Sinclair si metta a protezione del vascello Xinti"
"Si capitano"
Dal nulla partirono altri 2 colpi, uno verso il mercantile ed uno verso la Erinle.
Un altro scossone forte.
"Naholo, fuoco!!"
"Capitano, l'ultimo colpo ha disallineato il sistema di puntamento. 10 secondi e dovrebbero essere di nuovo operativi"
"Male, male!"
"Capitano...", disse O'Lauglin.
"Che c'è ora"
"Registro fluttuazioni di energia sul lato opposto del mercantile, molto probabilmente la nave si sta disoccultando."
"Sinclair giri attorno alla nave Xinti, voglio vedere in faccia questi bastardi."
"Si capitano."
Cambio di direzione, il tempo di virare ed uscire dal cono d'ombra del mercantile e sul visore si vide solo una piccola distorsione non sufficiente per identificare il vascello.
"Capitano, non rilevo più segni di vita sul mercantile", disse O'Lauglin.
Poco dopo partirono colpi multipli che colpirono la Erinle.
La plancia ballò e scintille ovunque.
"Falla sul ponte C. Gli scudi frontali hanno ceduto", disse Chorate.
"Sinclair, esponiamo la parte dorsale e proteggiamo la parte frontale."
"Capitano, ma non so dove sono!"
Dal nulla partirono raffiche multiple.


In uno dei laboratori - U.S.S. Erinle - 5 settembre 2397 - Ore 11:00


Alla console solo 2 scritte. Una rossa lampeggiante: 0:00
Poco sotto: SIMULAZIONE FALLITA
Naholo e Sinclair di fronte alle console pensierosi con le mani tra i capelli
A Sinclair scappò un commento: "Ancora, uffa"
Alle loro spalle Toran.
"Ricominciamo, dobbiamo pensare a qualcosa di diverso, di nuovo"
"Tipo? avere altre 3 navi federali in assetto di guerra?"
Disse ironico e stanco Naholo.
Di scatto Sinclair si raddrizzò sulla sedia.
"E se utilizzassimo le navette, mascherandole da vascelli federali?"